Abilita accessibilità Abilita accessibilità

Takeda ottiene la Certificazione BIC - Best in Media Communication

per il terzo anno consecutivo

A “Raro chi trova” lo Special Prize nella categoria Healthcare

27 maggio 2022
  • Con un punteggio complessivo di 90/100, Takeda Italia si conferma un’eccellenza italiana nel campo della comunicazione
  • Una reputazione eccellente, informazioni chiare e accessibili per i media, e la capacità di restituire l’immagine di un’Azienda attenta alla qualità di vita dei pazienti, focalizzata su ricerca e innovazione
  • La campagna “Raro chi trova. Insieme sulle tracce delle malattie di Gaucher, Fabry e Sindrome di Hunter” si aggiudica lo Special Prize nella categoria Healthcare per l’uso originale della gamification e per la sua visione strategica innovativa, che aumenta la consapevolezza su queste malattie attraverso una nuova narrazione: “ciò che è raro è anche prezioso”.

Roma, 27 maggio - Per il terzo anno consecutivo, Takeda Italia ottiene la certificazione BIC Best in Media Communication di Eikon Strategic Consulting per Fortune Italia, il riconoscimento che premia le eccellenze italiane nel campo della comunicazione. Questa la motivazione: “Un posizionamento reputazionale eccellente, un giudizio positivo dei giornalisti - soprattutto in relazione all'accessibilità e alla chiarezza delle informazioni - e la capacità di comunicare in modo molto efficace l'immagine di un'azienda attenta al miglioramento della qualità di vita dei pazienti, focalizzata su ricerca e innovazione, fortemente impegnata nell’area delle Malattie Rare”. L’annuncio è stato dato ieri, 26 maggio, nel corso della BIC Convention 

 "Working Together, Restoring Trust", organizzata da Fortune Italia, durante la quale sono stati assegnati anche gli Special Awards per le categorie Healthcare, CSR, Sostenibilità, Corporate, Prodotto/Servizio.

A Takeda Italia è stato riconosciuto lo Special Prize nella categoria Healthcare per la campagna di comunicazione “Raro chi trova. Insieme sulle tracce delle malattie di Gaucher, Fabry e Sindrome di Hunter”. Il progetto di disease awareness è stato premiato per la sua visione strategica innovativa, la buona integrazione tra associazioni pazienti, specialisti e influencer, per l’attività di formazione rivolta ai giornalisti e per l’uso della gamification. La caccia al tesoro digitale (che si è svolta tra maggio 2020 e ottobre 2021) è riuscita a sensibilizzare le persone sulle malattie da accumulo lisosomiale, attraverso una nuova narrazione: ciò che è raro è anche prezioso. “In questo modo – si legge nella motivazione - la comunicazione diventa terapia. Anticipare la diagnosi cambia la vita… anche giocando”.

Il 2021 ha rappresentato un anno di forte crescita per Takeda, anche nell’area della comunicazione - commenta Luca Gentile, Public Affairs, Patient Advocacy & Communication Director - Abbiamo realizzato numerosi progetti, continuando ad intessere relazioni con i media in modo trasparente e coerente, e siamo riusciti ad utilizzare al meglio le potenzialità dei diversi canali, dai più classici a quelli più innovativi, raggiungendo in modo efficace i nostri interlocutori. Inoltre, il Premio Speciale riconosciuto alla campagna “Raro chi trova” è motivo di particolare soddisfazione perché riconosce il nostro impegno a favore di una maggiore conoscenza di queste malattie rare e dunque dei pazienti e di chi se ne prende cura.”

Siamo felici di aver contribuito a restituire l’immagine tangibile di un’Azienda non solo in crescita, ma fortemente impegnata ad innovare e a creare valore per l’Italia, a proteggere l’ambiente e, soprattutto, a migliorare la salute dei pazienti e di chi se ne prende cura, in particolare nell’area delle Malattie Rare. La certificazione BIC, rinnovata per il terzo anno consecutivo, conferma in modo indipendente e oggettivo la fiducia guadagnata grazie alla qualità del nostro lavoro e alla solidità dei valori nei quali crediamo e che ci guidano in ogni azione.” dichiara Annarita Egidi, Amministratore Delegato di Takeda Italia.

La certificazione BIC si basa su una metodologia scientifica e su criteri oggettivi. L’obiettivo è valutare la comunicazione nei media di aziende, enti e organizzazioni pubbliche e private “per opporre l’autorevolezza dei numeri alla volubilità̀ delle opinioni, interne ed esterne”. Alla fine delle valutazioni, il BIC Index integra 3 dimensioni chiave: la Reputazione, l’Impatto delle attività di comunicazione sui media e il giudizio dei giornalisti. Takeda Italia ha ottenuto punteggi elevati in tutti gli ambiti, con un picco nella Reputazione: 99/100. Il punteggio complessivo BIC è di 90/100, superiore a quello dello scorso anno.

 

Takeda

Takeda è un’azienda biofarmaceutica globale e leader di settore che collabora con gli Operatori Sanitari, le Associazioni di Pazienti e le Istituzioni per consentire l’accesso a farmaci innovativi, che fanno realmente la differenza nella vita dei pazienti. Takeda è in oltre 80 Paesi ed è presente nelle aree: oncologia, gastroenterologia, neuroscienze, malattie rare, con investimenti mirati nel campo dei medicinali plasmaderivati e dei vaccini (maggiori informazioni su www.takeda.com/it-it).

 

Contatti Takeda Italia

Luca Gentile – luca.gentile@takeda.com - cell. 335 5201079
Caterina Toto – caterina.toto@takeda.com - cell. 348 8712045
Monica Vallario – monica.vallario@takeda.com - cell. 351 5015118

 

Ufficio stampa: Pro Format Comunicazione - Tel. 06 5417093
Daniele Pallozzi: cell. 348 9861217 - Alessandra Deswal: cell. 347 6213705
ufficiostampa@proformat.it - www.proformatcomunicazione.it