Abilita accessibilitàAbilita accessibilità

Malattia da Reflusso Gastroesofageo (MRGE)

La malattia da reflusso gastroesofageo (MRGE) è una condizione che si sviluppa quando si verifica un reflusso del contenuto dello stomaco nell'esofago1,2. Può presentarsi come malattia da reflusso non erosiva o esofagite erosiva1. Nei paesi industrializzati la prevalenza della Malattia da Reflusso Gastroesofageo si aggira attorno al 10-20 % della popolazione adulta2.

La malattia da reflusso gastroesofageo (MRGE) ha un'incidenza considerevole nei Paesi industrializzati3. Nell'ultimo decennio si è registrato un aumento significativo della percentuale di pazienti più giovani affetti da MRGE, in particolare quelli di età compresa tra i 30 e i 39 anni4.

Cause

Molti fattori possono contribuire allo sviluppo della malattia. Tra questi, vi sono fattori non modificabili, come l'età, il sesso o i fattori genetici, e fattori modificabili, come lo stile di vita, la dieta, il peso corporeo eccessivo5.

Sintomi

Dal punto di vista clinico, la MRGE si manifesta tipicamente con sintomi di pirosi e rigurgito. Può anche presentarsi in modo atipico con sintomi extra-esofagei come dolore toracico, erosioni dentali, tosse cronica, laringite o asma1.

Diagnosi

La presenza di MRGE può spesso essere sospettata in base ai sintomi. I test diagnostico-strumentali vengono utilizzati per confermare o escludere la diagnosi:

  • Esofagogastroduodenoscopia (EGDS): Per questo esame viene utilizzato un endoscopio, cioè un tubo ottico munito di microcamere che trasmettono le immagini in uno schermo; l'endoscopio viene inserito attraverso la bocca fino al raggiungimento dello stomaco e del duodeno. È un'indagine semplice e non rischiosa che consente anche di effettuare piccoli prelievi della mucosa per ricercare la presenza di esofagite.
  • pH-metria dinamica: si esegue posizionando un particolare sondino nell'esofago per via nasale, collegato ad un registratore, che rileva le variazioni dell'acidità nell'esofago durante la giornata.
  • Manometria: si esegue come la pH-metria ma serve per misurare la pressione esistente in vari tratti dell'esofago6,7.

Abitudini alimentari e stile di vita

La dieta dovrebbe essere personalizzata per ciascun paziente in base ai sintomi, con la reintroduzione di alimenti se il controllo dei sintomi è inefficace. Si dovrebbe dedicare una particolare attenzione alla riduzione delle quantità di cibo, del contenuto di carboidrati (in particolare di zuccheri semplici) e del consumo notturno di cibo. Infine, una dieta adeguata dovrebbe essere complementare ad alcune modifiche dello stile di vita, quali evitare di fumare, perdere peso ed elevare testa e busto durante il sonno8.

BIBLIOGRAFIA
  1. Antunes C, Aleem A, Curtis SA. Gastroesophageal Reflux Disease. In: StatPearls. StatPearls Publishing; 2023. Accessed May 9, 2023. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK441938/
  2. Katz PO, Gerson LB, Vela MF. Guidelines for the diagnosis and management of gastroesophageal reflux disease. Am J Gastroenterol. 2013;108(3):308-328; quiz 329. doi:10.1038/ajg.2012.444
  3. Nirwan JS, Hasan SS, Babar ZUD, Conway BR, Ghori MU. Global Prevalence and Risk Factors of Gastro-oesophageal Reflux Disease (GORD): Systematic Review with Meta-analysis. Sci Rep. 2020;10(1):5814. doi:10.1038/s41598-020-62795-1
  4. Yamasaki T, Hemond C, Eisa M, Ganocy S, Fass R. The Changing Epidemiology of Gastroesophageal Reflux Disease: Are Patients Getting Younger? J Neurogastroenterol Motil. 2018;24(4):559-569. doi:10.5056/jnm18140
  5. Taraszewska A. Risk factors for gastroesophageal reflux disease symptoms related to lifestyle and diet. Rocz Panstw Zakl Hig. 2021;72(1):21-28. doi:10.32394/rpzh.2021.0145
  6. Gyawali CP, Kahrilas PJ, Savarino E, et al. Modern diagnosis of GERD: the Lyon Consensus. Gut. 2018;67(7):1351-1362. doi:10.1136/gutjnl-2017-314722
  7. Fass R, Richter JE, Katz PO, Waring JP. Gastroesophageal reflux disease – from diagnosis to treatment. Published online 2021. https://iffgd.org/resources/publication-library/gerd-questions-and-answers/
  8. Newberry C, Lynch K. The role of diet in the development and management of gastroesophageal reflux disease: why we feel the burn. J Thorac Dis. 2019;11(Suppl 12):S1594-S1601. doi:10.21037/jtd.2019.06.42

C-ANPROM/IT/PANTO/0019

vedi anche