Quotazione – Espansione nei mercati internazionali: 1945-1984

Con una licenza del Comando supremo delle forze alleate, Takeda trasformò le rovine bombardate di un’arsenale navale a Hikari, nella prefettura di Yamaguchi, in uno stabilimento produttivo. Questa operazione rappresentò il primo uso privato di uno spazio di proprietà pubblica nel dopoguerra. Divenne il secondo impianto per importanza di Takeda, dopo quello di Osaka, e la sua produzione principale era quella di vaccini, di cui la società del tempo aveva un forte bisogno.

A maggio Takeda aprì la sua partecipazione azionaria e diventò una società per azioni di diritto pubblico.

Takeda produsse Panvitan®, il primo prodotto multivitaminico del Giappone.

Takeda e ACC fornirono ciascuna metà del capitale per fondare Lederle (Japan), ora nota come Wyeth K.K. Si trattò della prima joint venture farmaceutica del Giappone nel dopoguerra. Lederle (Japan) produsse l’antibiotico Aureomicina, commercializzato da Takeda.

Takeda sviluppò e iniziò a vendere Alinamin®, un profarmaco derivato della vitamina B1 che fa crescere l’assorbimento della vitamina B1. Nello stesso periodo, l’azienda iniziò a fornire vitamine per l’integrazione alimentare per alleviare la malnutrizione provocata dalla carenza di cibo nel dopoguerra.

Shoshisha risale al 1923 quando Chobei Takeda V iniziò a usare i propri fondi personali per sostenere gli studenti meritevoli con difficoltà economiche.

La Shoshisha Foundation fu creata nel 1960 per proseguire con questa attività.

Dopo la creazione di un'azienda di produzione e commercializzazione a Taiwan nel 1962, Takeda fondò diverse aziende di produzione e commercializzazione in Asia Sudorientale, in Paesi come Filippine, Thailandia e Indonesia. Tianjin Takeda Pharmaceuticals Co., Ltd., fondata nel 1994, divenne il primo stabilimento in Cina a ricevere la certificazione relativamente alle norme di buona fabbricazione.

Finanziata da una sovvenzione di Takeda, questa fondazione fu creata per contribuire allo sviluppo delle tecnologie e della cultura scientifica incoraggiando e sostenendo la ricerca nei campi di maggiore rilevanza.

La fondazione ha incrementato ogni anno con regolarità il volume delle sue operazioni.

Nel 1978 Takeda creò una joint venture di commercializzazione farmaceutica in Francia, seguita da basi operative in Germania e in Italia.