Fondazione – Modernizzazione: 1781-1944

Più di due secoli fa, nel 1781, il 32enne Chobei Takeda I avviò un’impresa per la vendita di farmaci tradizionali giapponesi e cinesi a Doshomachi, nella città di Osaka, il centro del commercio di medicinali in Giappone. Il suo piccolo negozio comprava farmaci dai grossisti, poi li divideva in lotti più piccoli e li rivendeva ai mercanti di farmaci e ai medici del posto. Questo fu l’inizio di quella che oggi è la Takeda Pharmaceutical Company Limited.

Nell’aprile del 1852, Chobei III demolì la vecchia dimora nell’area sud orientale di Doshomachi Nakabashisuji e costruì una nuova casa e un magazzino. Questi edifici durarono più o meno 75 anni, fino alla costruzione del palazzo della direzione iniziata nel 1927.

Chobei Takeda IV spinse altri rivenditori di farmaci a concentrare l'attenzione sulla medicina occidentale. Creò un’unione cooperativa per l’acquisto di farmaci occidentali a Yokohama e iniziò a fare affari con le aziende commerciali straniere. I farmaci occidentali importati a quel tempo includevano chinino, un farmaco contro la malaria, e fenolo, un farmaco contro il colera.

Takeda iniziò a importare direttamente dall’Inghilterra, dagli Stati Uniti, dalla Germania, dalla Spagna e da altri Paesi verso il 1895, e nel 1907 ottenne i diritti esclusivi di vendita in Giappone per i prodotti dell’azienda tedesca Bayer. Così, l'attività iniziata come rivendita di rimedi tradizionali giapponesi e cinesi incrementò costantemente la sua selezione di farmaci occidentali, prima di spostare il suo centro di interesse verso la medicina occidentale.

“Shokogigei Naniwa no Sakigake” (Kakinuki Yosuke Publication, Osaka, 1882)

Nel 1895 l’azienda acquisì Uchibayashi Drug Works per fondare la propria fabbrica a Osaka e diventare un produttore farmaceutico. Questa fabbrica realizzava prodotti come il subgallato di bismuto (un agente antidiarroico) e il cloridrato di chinino.

Nello stesso periodo, Takeda iniziò a presentare una serie di prodotti propri. Tra questi si possono citare Calmotin® (un sedativo), Novoroform® (un analgesico) e Lodinon® (una forma iniettabile di D-glucosio). Takeda espanse costantemente la sua attività farmaceutica e iniziò persino a esportare negli Stati Uniti, in Russia e in Cina.

Subito dopo aver avviato l’attività farmaceutica, fu fondata la divisione dedicata ai controlli. Anche la divisione di ricerca, che studiava e sviluppava nuovi prodotti farmaceutici, fu fondata nel 1915. Il sistema di ricerca e sviluppo creato in questo periodo divenne la base che portò allo sviluppo di Takeda.

Insieme all’accorciamento delle gronde e all’allargamento delle strade di Doshomachi, furono realizzate delle pavimentazioni in blocchi di legno.

Insieme all’accorciamento delle gronde e all’allargamento delle strade di Doshomachi, furono realizzate delle pavimentazioni in blocchi di legno.

Verso il 1922 (l’azienda si trova nell’angolo sinistro di Nakabashisuji)
Da un’immagine di Kasukabe Kasumimura (disegno di una strada con negozi)

L’azienda si costituì come Chobei Takeda & Co., Ltd., con un capitale di 5,3 milioni di yen e Chobei Takeda V come presidente. L’azienda passò dall'essere un'azienda di proprietà individuale ad avere un’organizzazione societaria moderna, integrando ricerca e sviluppo, produzione e marketing. L’azienda cambiò il suo nome in Takeda Pharmaceutical Industries, Ltd. nel 1943 (il suo nome inglese mutò in Takeda Chemical Industries, Ltd. nel 1961).

La Takeda Pharmaceutical Company si fuse con Chobei Takeda & Co., Ltd nel 1925 e divenne lo stabilimento principale della divisione farmaceutica

Questa area tutelata ha raccolto, coltivato e usato erbe e piante con valore medicinale provenienti da tutto il mondo. Attualmente il giardino ospita più di 2.882 specie di piante, tra cui 104 specie a rischio.

*Fondato con il nome “Kyoto Takeda Herbal Garden”. Il nome fu cambiato in “Kyoto Experimental Garden” nel 1945 e modificato nuovamente nel suo nome attuale nel 1994.

Da più di 60 anni, questo istituto si è dedicato alla preservazione di microorganismi a supporto della ricerca. Oggi è un fondazione di ricerca dedita al progresso della scienza microbica.