Informazioni sul Bilancio al 31 marzo 2018 

INFORMAZIONI SULLA RELAZIONE SULLA GESTIONE AL BILANCIO AL 31 MARZO 2018

Signori Azionisti,
il progetto di bilancio relativo all’esercizio con chiusura al 31 marzo 2018 (di seguito anche FY2017), che sottoponiamo all’approvazione dell’Assemblea, presenta un utile di esercizio di Euro 3.493.680 al netto delle imposte sul reddito dell’esercizio.
Il valore dei Ricavi delle vendite e delle prestazioni conseguito è stato pari ad Euro 349.283.887 (rispetto ad Euro 361.443.781 relativi all’esercizio precedente) registrando un decremento di Euro 12.159.894 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.


STRUTTURA SOCIETARIA ED INFORMAZIONI SULL’ATTIVITA’ DI “DIREZIONE E COORDINAMENTO”

La struttura azionaria di Takeda Italia S.p.A. alla chiusura dell’esercizio è così composta:

- Takeda GmbH nr. 84.375 azioni ordinarie con un valore totale di € 8.437.500,00 (75%);
- Takeda Pharmaceuticals International AG nr. 28.125 azioni ordinarie con un valore totale di € 2.812.500,00 (25%).

Come già indicato nel bilancio d’esercizio chiuso al 31 marzo 2017, in osservanza di quanto stabilito nel D.Lgs. n. 6/2003 in tema di gruppi, e così come richiesto dal documento emesso dall’OIC (Organismo Italiano di Contabilità), al fine di dare una visione complessiva e dinamica nel tempo, si fa presente che la Takeda Pharmaceutical Company Ltd espleta l’attività di direzione e coordinamento su Takeda italia S.p.A.

 

Principali dati economici e finanziari al 31 marzo 2018 (migliaia di euro)

  31/03/2018
(12 mesi)
Ricavi netti  349.284
Risultato della gestione caratteristica

13.582

Utile/(Perdita) dopo imposte 3.494
Numero di dipendenti  318

 

I rapporti con le Società del Gruppo Takeda (di seguito anche il “Gruppo”) sono dettagliati nella tabella allegata.

Dati essenziali sulla società che esercita direzione e coordinamento - art. 2497 Codice Civile.

 

 

TAKEDA PHARMACEUTICAL COMPANY LTD.

BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 MARZO 2018, IN MILIONI DI YEN

Prospetto riepilogativo dello stato patrimoniale della società che esercita l'attività di direzione e coordinamento 

          Ultimo esercizio  Data  Esercizio precedente Data 
Data dell'ultimo bilancio approvato    31/03/2018   31/03/2017
B)Immobilizzazioni 3.027.655   3.095.120  
C) Attivo circolante 1.078.808   1.260.662  
Totale attivo  4.106.463   4.355.782  
Capitale sociale 77.914   65.203  
Riserve 1.752.787   1.768.249  
Utile (perdita) dell'esercizio)  186.708   115.513  
Totale patrimonio netto  2.017.409   1.948.965  
B) Fondi per rischi e oneri  251.548   336.544  
C) Trattamento di fine rapporto di lavoro subordinato  87.611   80.902  
D) Debiti  1.749.895   1.989.371  
Totale passivo 

4.106.463

  4.355.782  

 

I dati sopra esposti sono riferiti all’esercizio sociale Giapponese 01.04.2017 31.03.2018.

Il tasso di cambio al 31/03/2018 è pari a 129,73 Yen per 1 Euro

 

 

 

Il contesto macroeconomico generale ed il settore farmaceutico in Italia

Secondo i dati Istat il PIL italiano nel 2017 è cresciuto dell’1,5%, trainato dal contributo positivo della domanda interna (+1,5 punti percentuali), con consumi e investimenti in aumento. Positivo anche il contributo della domanda estera netta (0,2 p.p.) e leggermente negativo quello delle scorte (-0,2 p.p.). Il risultato consolida la ripresa dell’economia, attestando l’Italia su un livello di crescita di poco inferiore a quello di altri Paesi europei e non.

Per il biennio 2018-2019, la Commissione Europea prevede per l’Italia una crescita del PIL rispettivamente dell’1,3% e dell’1,0%. Le stime tengono conto di una decelerazione dell’export sul lato estero, per via di un apprezzamento dell’euro, e dei consumi sul lato interno, causata da una crescita dell’occupazione bassa e da un rinvigorimento dell’inflazione. La crescita dei prezzi al consumo e le misure previste dal governo concorrerebbero al calo del deficit pubblico e del rapporto debito/PIL.

Dal punto di vista industriale, l’occupazione dell’industria farmaceutica nel 2017 registra una crescita superiore al +1%, confermando il trend positivo degli ultimi anni. Il numero di occupati nel 2017 è di 65 mila unità alle quali si aggiungono 66 mila addetti nell’indotto.

Nel 2017 la produzione farmaceutica è cresciuta fino a 30 miliardi, spinta ancora dalla crescita delle esportazioni (più di 24 miliardi nel 2017) che ormai rappresentano oltre il 75% del valore della produzione, valore che solo all’inizio degli anni 2000 era pari a 50%.

In un’ottica di medio-lungo periodo si consideri che dal 2010 l’industria farmaceutica:

  • è il primo settore per crescita della produzione industriale (+20% complessivamente, rispetto al -1% della media manifatturiera);
  • il 100% di questo incremento è legato alla crescita dell’export (+77%), per cui l’Italia ha fatto meglio di tutti i grandi Paesi europei (+42% la media);

 

Gli investimenti in Ricerca e Innovazione sono pari a 2,8 miliardi, con una crescita del 20% negli ultimi 3 anni. Aumenta anche il numero di studi clinici condotti in Italia (20% del totale UE rispetto al 18% del 2012), sempre più nel biotech (34% del totale) e su farmaci orfani (32%), due ambiti tra i più promettenti per la Ricerca.

Inoltre nelle terapie avanzate – una delle frontiere dell’innovazione biofarmaceutica – in Italia sono nate 3 delle 6 attualmente autorizzate in Europa e si afferma una specializzazione per biotech, vaccini, emoderivati, farmaci orfani.

Infine la farmaceutica è il primo settore per spese per innovazione per ogni addetto e per R&S svolta esternamente all’impresa, in collaborazione con altri centri di eccellenza, che è cresciuta del 95% in 10 anni, a testimonianza delle grandi ricadute positive delle imprese del farmaco sul sistema nazionale di Ricerca.

Responsabilità sociale dell’impresa

La Società, nello svolgimento delle proprie operazioni commerciali e nei rapporti con le parti interessate, continua nel proprio impegno teso a consolidare una cultura di responsabilità sociale dell’impresa mantenendosi sensibile alle preoccupazioni sociali ed ambientali.

Tra le attività condotte da Takeda Italia riconducibili a un principio di responsabilità sociale possono essere citate diverse iniziative che si rivolgono prima all’interno dell’Azienda – alle proprie risorse umane – per poi passare all’esterno della stessa.

Per il proprio personale la Società, oltre alle attività già avviate ed apprezzate, ha realizzato alcune iniziative tra le quali:

  • il programma “In their shoes” - mettersi “nei panni” dei pazienti affetti da malattia di Crohn e colite ulcerosa. In Their Shoes, nato nel 2016 per dare la possibilità ai dipendenti Takeda di comprendere cosa significa soffrire di una MICI (Malattia Infiammatoria Cronica Intestinale), a luglio e a settembre 2017 è stato sperimentato da quaranta dipendenti italiani. I partecipanti all’iniziativa hanno vestito per un giorno i panni di un paziente per comprenderne a pieno difficoltà ed esigenze. In Their Shoes consente una vera e propria simulazione di cosa possa significare vivere per un giorno l’impatto di una MICI. Due gli strumenti utilizzati: una app e un kit con alcuni oggetti di utilità. Un’esperienza immersiva durante la quale i partecipanti, dopo avere creato il loro avatar sulla app, hanno potuto immedesimarsi nel quotidiano dei pazienti attraverso la ricezione di messaggi di testo e l’uso degli oggetti del kit. A maggio il programma si aggiudica il Market Access Award 2017, nella categoria ‘Assistenza al Paziente;
  • “Talent Day Parents”. Una giornata organizzata dalle Risorse Umane, in collaborazione con gli esperti di HRC Millennials, e dedicata ai propri dipendenti, padri e madri di figli tra i 17 e i 28 anni, con l’obiettivo di offrire strumenti per aiutarli a guidare i propri giovani nelle scelte di studio e di lavoro. Il Talent Day Parents è stata anche un’occasione per condividere esperienze di genitorialità con altri colleghi e conoscerli così in un ambito diverso da quello lavorativo;
  • “Takeda Together”. Campagna di comunicazione e informazione dedicata alla diffusione dei principali benefit aziendali. L’iniziativa nasce dal progetto "Best in class in the eyes of employees", come risultato del lavoro di gruppo del team Compensation;
  •  “Babele Web”. La biblioteca e videoteca aziendale si continua ad arricchire, fornendo nell’anno nuove proposte di libri, audiolibri e DVD, e diventando sempre più interattiva. Per premiare l’interesse dei dipendenti, a tutti i lettori di Babele che nel 2017 hanno prenotato almeno un titolo fra i libri inseriti a catalogo è stato riconosciuto un buono acquisto per libri. I buoni aumentavano progressivamente in base al numero di titoli prenotati;
  • “Il Check Up Day” per il personale di Sede. Programma di prevenzione sanitaria, su base volontaria, con analisi emato-chimiche generali e visite specialistiche: visita dermatologica e mappatura dei nei, eco-color-doppler tiroide, visita endocrinologica. Le dipendenti della Sede di Roma hanno potuto inoltre aderire all’iniziativa “Prevenzione Donna” ed effettuare gratuitamente, presso il centro medico di riferimento dell’Azienda, alcune visite;
  • “Ottobre Rosa” e “Novembre Blu”. Iniziative di sensibilizzazione ed informazione realizzate nel mese della prevenzione del tumore al seno e in concomitanza della campagna internazionale “November” dedicata alla salute dell’uomo;
  • “Prevenzione Diabete” per il personale di Sede. In occasione della Giornata Mondiale del Diabete, il 14 novembre, sono state realizzate alcune iniziative di informazione e prevenzione quali: materiale e video informativi, consigli su un corretto stile di vita, test sul rischio diabete, incontro con il nutrizionista per una sana alimentazione;
  • il corso e-learning “La paziente con carcinoma mammario”. Ogni anno in Italia si ammalano di tumore al seno circa 48 mila donne. È il tumore più frequente in assoluto per incidenza nella popolazione femminile. La migliore arma rimane la prevenzione che ogni donna dovrebbe segnare nel proprio calendario. Una mammografia fatta in tempo, infatti, può salvare la vita. Questo corso nasce per sensibilizzare sull’importanza della prevenzione come primo passo per sconfiggere la malattia;
  • la vaccinazione antinfluenzale. Nell’ambito dei programmi di prevenzione e promozione della salute, rivolti al personale di Sede, l’Azienda ha offerto la possibilità, su base volontaria, di effettuare gratuitamente il vaccino antinfluenzale presso i propri uffici di Roma;
  • le convenzioni. Nell’anno vengono offerte ai dipendenti nuove convenzioni con strutture mediche, attività commerciali e aziende di servizi.

 

All’esterno si consolida la collaborazione tra la Società e gli operatori sanitari, le associazioni di pazienti, le società scientifiche e le Istituzioni per consentire l’accesso a farmaci innovativi, a servizi e ad informazioni che fanno realmente la differenza nella vita dei pazienti. Questo permette a Takeda di essere partner dei  cambiamenti organizzativi nella gestione della salute e di distinguersi come consulente di valore.

In linea con questo impegno, vengono realizzate diverse iniziative tra le quali:

  • "New Perspective" - la mostra realizzata da AIL con il supporto di Takeda Italia. L’evento dell’AIL-Associazione italiana contro le leucemie, i linfomi e il mieloma, ha voluto puntare i riflettori sulle malattie del sangue, in particolare sul Mieloma Multiplo, con una mostra che ha visto 23 artisti esporre le proprie opere - video, fotografie e installazioni - alla Triennale di Milano, dal 25 gennaio al 20 febbraio 2018. Le nuove soluzioni terapeutiche rappresentano una grande opportunità per il paziente, ma pongono anche delle sfide nuove. In momenti di grande cambiamento, fare un passo indietro e osservare gli eventi da un diverso punto di vista è spesso necessario per  comprendere realmente  il cambiamento che sta avvenendo e affrontarlo al meglio. Il cambio di prospettiva, quale strumento per creare la giusta distanza e capace di raccontare una storia nuova che colga l’essenza di questo momento, è quindi l’elemento ispiratore dell’iniziativa. Le opere degli artisti portano difatti i visitatori a guardare la realtà, spesso difficile, da un’angolazione inedita. L’Azienda ha sostenuto l’iniziativa con due obiettivi. Il primo è stato quello di essere accanto ad AIL nel sensibilizzare le persone sul Mieloma Multiplo, patologia che in Italia non è considerata rara, ma che è sicuramente poco conosciuta e attraverso questa mostra raccogliere dei fondi per finanziare dei progetti di cure domiciliari per i pazienti con questa patologia che sono portati avanti da AIL. Il secondo è stato quello di fare emergere i bisogni ancora insoddisfatti dei pazienti con questa malattia, nonché l’impegno e le competenze che Takeda può vantare in questo campo, così come la vicinanza al paziente e alla classe medica;
  • la campagna IBDUnmasked di Takeda. Diffusa in Italia anche grazie ad A.M.I.C.I. Onlus - Associazione Nazionale per le Malattie Infiammatorie Croniche dell’Intestino, con l’obiettivo di  raccontare le sfide fisiche ed emotive dei pazienti che soffrono di colite ulcerosa e malattia di Crohn e dei loro caregiver, esaltando il coraggio, la forza e la determinazione con cui affrontano queste malattie. Nonostante al mondo siano 5 milioni le persone che soffrono di MICI (200.000 in Italia), c’è ancora molto da fare dal punto di vista diagnostico e della gestione di queste malattie. La campagna è nata per esaltare il supereroe che c’è in ogni paziente e caregiver e dar loro informazioni e strumenti per una migliore gestione di queste malattie. Il mezzo è il web e in particolare il fumetto con cui, attraverso la metafora dei supereroi, vengono raccontati i super poteri dei pazienti con malattie infiammatorie croniche intestinali. Sulla piattaforma dedicata alla campagna si trovano contenuti informativi e di supporto ai pazienti affiancati ad un fumetto che aiuta soprattutto i giovani, che sono i più colpiti da queste malattie, a comprenderne le criticità e a combattere le difficoltà quotidiane. Il sito mette a disposizione anche test interattivi grazie ai quali il visitatore si può identificare con diversi profili di supereroe che rimandano ad approfondimenti fortemente calati nella realtà quotidiana del paziente;
  • il media tutorial di Ossfor. Per aiutare i giornalisti a divulgare correttamente le tematiche che riguardano i farmaci orfani, l’Osservatorio Farmaci Orfani - Ossfor ha realizzato, il 9 maggio 2017 a Roma, un corso per la formazione professionale continua dei professionisti della stampa web e cartacea. L’iniziativa, che ha visto la partecipazione di clinici, pazienti e istituzioni, ha ricevuto il supporto non condizionato di Takeda. Durante il corso sono state affrontate diverse tematiche: da come divulgare la scienza, al ruolo del paziente esperto nello studio del trial clinico, dalla complessità della ricerca nei farmaci orfani, alle fonti di riferimenti in ambito normativo, fino all’uso compassionevole e al costo delle malattie rare. Il sostegno dell’Azienda all’evento ha avuto l’obiettivo di contribuire a fare cultura su argomenti tanto complessi quanto delicati, come quelli sui farmaci orfani e sulle malattie rare, nell’interesse del paziente;
  • il progetto "Dissemination”. Takeda ha sostenuto il progetto, promosso dall’AOU Senese, che mira alla creazione di un network di aziende ospedaliere interessate a condividere l’esperienza della metodologia Lean in Sanità. Il progetto Lean, modello imprenditoriale sostenuto da Takeda, si sta sempre più diffondendo negli ospedali italiani, arricchendosi di nuove partnership. L’Azienda crede fortemente nel valore di questo approccio e nella centralità del paziente nel suo percorso di cura, soprattutto in una fase storica caratterizzata da risorse limitate e, allo stesso tempo, dalla disponibilità di nuove importanti opzioni terapeutiche che devono essere rese accessibili per tutti i pazienti. 

La solidarietà nel sociale è invece testimoniata dalle iniziative in cui la Società è coinvolta da tempo e su diversi fronti, in collaborazione con alcune associazioni no profit operanti in tutto il mondo a sostegno dei più bisognosi.

Mantenendo sempre in modo costante l’impegno con strutture sanitarie, associazioni specialistiche ed associazioni non lucrative, attraverso l’erogazione di finanziamenti di borse di studio e contributi a sostegno di progetti umanitari, nell’anno finanziario la Società si è particolarmente impegnata nel sostegno di alcuni importanti progetti quali:

  • l’adozione a distanza di 10 bambini residenti in paesi in via di sviluppo, in collaborazione con Reach Italia Onlus;
  • la promozione presso il proprio personale di Sede di raccolte a sostegno delle attività di solidarietà della Comunità di Sant’Egidio, quali: fondi per l’acquisto di sacchi a pelo per i senza fissa dimora;  generi alimentari e regali per “Il Pranzo di Natale” organizzato dalla Comunità per le persone indigenti ed in difficoltà dei quartieri Eur-Laurentino e Garbatella-Ostiense di Roma;
  • la missione “Sorrisi in Iraq” di Emergenza Sorrisi Onlus. Con il  contributo dell’Azienda sono state realizzate cinquanta operazioni di chirurgia su bambini affetti da malformazioni del volto, labiopalatoschisi e sequele di ustioni, nonché sono stati formati dieci medici ed infermieri;
  • la campagna natalizia di raccolta fondi Telethon per la ricerca scientifica rivolta alla cura delle malattie genetiche rare;
  • l’Emporio della Solidarietàdi Fondazione Caritas Roma Onlus con il quale sessanta famiglie in difficoltà hanno potuto fare gratuitamente la spesa alimentare per una settimana. Il progetto sociale rappresenta lo strumento per permettere alle famiglie di recuperare un atteggiamento più attivo di fronte alle difficoltà e agli eventi negativi, facendo leva sulle proprie risorse;
  • “Adotta 5 famiglie della Casa di Andrea” di Andrea Tudisco Onlus, associazione che opera a Roma con l’obiettivo di tutelare il diritto alla salute dei bambini che, non potendo essere assistiti nelle strutture delle città di residenza, hanno bisogno di essere curati nei reparti specializzati degli ospedali romani;
  • l’Outreach Medical Service Programme dei Flying Doctors di AMREF. L’Azienda ha garantito cinque giorni di missione dei “medici volanti”, che hanno così potuto portare assistenza medica ai circa 30 milioni di abitanti delle aree rurali dell’Africa orientale;
  • la campagna fattivedere di Fondazione Umberto Veronesi in collaborazione con SIAMO (Società Scientifiche Italiane Insieme per gli Adolescenti con Malattie Onco-Ematologiche), con lo scopo di educare i giovani alla prevenzione, incoraggiandoli, qualora notassero l’insorgenza di un sintomo sospetto, a farsi visitare da un medico senza vergogna e paura. L’Azienda conferma, altresì, la propria responsabilità per la difesa dell’ambiente e la tutela delle risorse,   mantenendo l’impegno intrapreso da alcuni anni per lo sviluppo, tra i propri dipendenti, di una maggiore consapevolezza e responsabilità. Tra le diverse iniziative, il rinnovamento del parco auto ha fatto registrare nel 2017 un abbattimento delle emissioni di CO2 del 14,7% rispetto ai valori del 2015. Considerando anche le emissioni di CO2 indirette connesse ai consumi elettrici, si registra nello stesso periodo una dimunzione complessiva pari al 31%

 

Il modello organizzativo di gestione

Nel corso dell’esercizio sociale la Società, a seguito dell’adozione del  nuovo Modello di Organizzazione, gestione e controllo, approvato dal Consiglio di Amministrazione il 3 aprile 2017, ha messo in atto un articolato piano di comunicazione e formazione. In particolare, la Società ha effettuato una capillare attività di formazione, sia in aula che in modalità e-learning, rivolta a tutto il personale aziendale. La formazione, differenziata per ambiti di attività, ha avuto ad oggetto la Parte Generale, le Parti Speciali ed il Codice Etico e di Condotta. Specifiche sessioni formative in aula sono state organizzate per i nuovi assunti che hanno anch’essi svolto il programma formativo e-learning.

L’Organismo di Vigilanza si è regolarmente riunito nel corso dell’anno ed ha effettuato le attività di verifica sull’effettiva  ed efficace attuazione del Modello